Nocerina, mandato d’arresto per il Presidente Citarella

Tifosi della Nocerina (getty images)

 

Non c’è pace per la Nocerina, squadra militante nel campionato di Lega Pro Prima Divisione. Ricordiamo tutti i fatti del match con la Salernitana, con i giocatori che finsero infortuni per far terminare il match anzitempo, minacciati dagli ultrà prima della gara, una storia ancora tutta da chiarire.

Ma adesso la brutta notizia riguarda il Presidente Giovanni Citarella, che ha ricevuto un mandato d’arresto per false fatturazioni nella gestione della società. Al momento dell’arresto, però, Citarella non si trovava nella sua villa di Nocera e di lui sembrano essersi perse le tracce. Sono state emesse altre due ordinanze di custodia cautelare nei confronti del figlio di Citarella, Christian, e del cognato Alfonso Faiella. I reati contestati sono intestazione fittizia di beni, fatture false ed evasione fiscale. Sequestrato il club rossonero e beni per oltre cento milioni di euro.

Tra i beni sequestrati ci sono le quote dell’hotel di Mercato San Severino dove la squadra campana va in ritiro e quelle di un albergo di Minori, sulla costa di Amalfi. Vengono ipotizzati inoltre pagamenti in nero di ingenti somme a calciatori professionisti della Nocerina e ad altri tesserati e dipendenti della società, tra cui allenatori e magazzinieri. Sequestrate, infine, anche quote pari al 42% del capitale sociale della Nocerina Calcio.

Redazione online