Ufo, nuovi avvistamenti in Inghilterra e Germania: chiusura dello spazio aereo a Brema

Ufo a Brema, gennaio 2014 (screen shot youtube)

Un oggetto volante non identificato è stato visto a Brema, in Germania, mercoledì scorso, a 300 metri sopra allo stadio Weserstadion e si sarebbe poi spostato in altre zone della città per tre ore.
Secondo quanto riportano i media, l’Ufo è stato avvistato da numerosi cittadini ma non solo. Infatti, sembra che il suo passaggio sui cieli della città abbia provocato dei disagi tanto che è stato chiuso lo spazio aereo per precauzione: un volo della Lufthansa proveniente da Francoforte è stato annullato, e un aereo che arrivava da Monaco è dovuto atterrare ad Hannover, infine un terzo volo partito da Parigi, ha atteso a lungo prima di poter toccare terra.
Un’evento misterioso tanto che la stessa polizia ha ammesso di non sapere di cosa si sia trattato e di aver visto l’oggetto emanare una forte luce e poi sparire all’improvviso: “Non sappiamo cosa fosse. Non produceva rumore ed emanava una forte luce. Poi è scomparso tra le nuvole”, ha detto la polizia.

Sul caso sono state avviate delle indagini sulla minaccia alla sicurezza del collegamento aereo: un crimine penale punibile con almeno 4 anni di reclusione in Germania.

Sempre in Europa, lo scorso 13 luglio, un pilota di linea su un Airbus A320 ha dichiarato di essere stato costretto ad effettuare una manovra di emergenza per evitare una collisione nei pressi dell’aeroporto di Heathrow, a Londra, con un oggetto non identificato. Il pilota ha riferito che l’oggetto era metallico a forma cilindrica ed era simile ad una “palla da rugby”: “Ho pensato che la collisione fosse inevitabile, perché non c’era il tempo di far cambiare direzione all’aereo, tuttavia l’oggetto improvvisamente aveva guadagnato quota ed è poi volato proprio sopra l’aereo”, ha detto il pilota alle autorità.

L’oggetto è stato individuato dal pilota in pieno giorno alle 18:35 che ha effettuato una manovra d’emergenza portando l’aereo in picchiata per qualche attimo per evitare la collisione ad un altezza di 34.000 piedi.
Il pilota dopo l’incidente avrebbe immediatamente avvisato i controllori di volo e e ha controllato gli strumenti di bordo, ma la presenza del misterioso oggetto non è stata rilevata da nessuno.
Stando a quanto ha scritto il quotidiano britannico The Telegraph, le autorità hanno aperto un’indagine su quanto ha riferito il pilota.
La storia è stata diffusa solo recentemente con l’uscita della pubblicazione del rapporto dell’inchiesta che scrive che “non è possibile identificare l’oggetto o spiegare le cause dell’avvistamento”.

Redazione


GUARDA IL VIDEO DELL’AVVISTAMENTO DI BREMA