Alfano: “Se Renzi è contro il governo, lo dica”

Angelino Alfano (Getty Images)

Il vicepremier Angelino Alfano ha rilasciato oggi un’intervista per Radio Anch’io dove ha commentato i temi caldi più attuali della politica italiana ed ha risposto all’intraprendenza di Matteo Renzi. Sono rivolte proprio al sindaco di Firenze e al rapporto con il governo Letta  le prime parole pronunciato dal leader del Nuovo Centrodestra. “Devono andare d’accordo per il bene dell’Italia. Se fanno a gara a chi vuole togliere la sedia all’altro le cose vanno male. Non si scaricano addosso all’Italia le competizioni interne al partito. Visto che è è già successo due volte”, ha detto Alfano. Il vicepremier ha poi invitato Renzi a prendere una posizione netta. “Se è contro il governo, lo dica”, ha chiesto Alfano. “Gli italiani hanno nelle urne lo spray al peperoncino per far scappare gli arroganti”, ha poi aggiunto sempre rivolgendosi al sindaco fiorentino.

Una leggerissima apertura è stata avanzata dal politico sulla questione unioni civili. Alfano ha fatto sapere che acconsentirebbe ad apportare modifiche al Codice Civile, ma solo affinché si mantenga un confine molto netto e “severissimo” rispetto al matrimonio.

Inevitabile, poi, un riferimento alla questione della telefonata con Salvatore Ligresti intercettata da parte degli inquirenti che stanno indagando sul caso Fonsai. Il vicepremier ha definito la chiamata come “irrilevante”.

 

Redazione online