Metodo Stamina, il ministro Lorenzin: “Contro ogni rituale quanto accaduto a Brescia”

Beatrice Lorenzin (Franco Origlia/Getty Images)
Beatrice Lorenzin (Franco Origlia/Getty Images)

Nuova presa di posizione contro il metodo Stamina da parte del ministro Beatrice Lorenzin, che intervistata oggi da Repubblica TV: “Quello che è accaduto a Brescia è contro ogni rituale. Quando mi sono insediata, ho trovato un decreto già approvato dal Senato, a Brescia la storia andava avanti da un anno. Sarà la magistratura ad accertare come Stamina sia entrata negli Spedali di Brescia. Inoltre, dalle cartelle dei pazienti di Brescia non emergono miglioramenti”.

Il ministro ha poi ricostruito le fasi più importanti della vicenda: “Il primo Comitato scientifico aveva definito il protocollo privo di consistenza scientifica e non sicuro. Così io ho chiuso la sperimentazione. Poi è arrivato il Tar, secondo cui quegli scienziati del Comitato non erano attendibili perché si erano già pronunciati. Tengo a sottolineare che è normale per la comunità scientifica dibattere, esprimersi”.

“Nella vicenda Stamina io ho avuto un atteggiamento di grande umiltà, ho assunto una posizione di terzietà e cercato di far rispettare le regole. In una vicenda dove ci sono grandi pressioni” – ha sostenuto ancora il ministro – “Per dare una risposta certa alle famiglie. Il Comitato ha bocciato il metodo: Brescia è aperta per l’ordinanza di un tribunale, altrimenti sarebbe chiusa. Le infusioni, non le hanno decise né io né i medici, ma il tribunale. Situazione ingarbugliata. Se vi fosse stata una grande scoperta per la medicina, io ne avrei avuto solo vantaggi”.

La Lorenzin ha poi concluso, lanciando nuovi campanelli d’allarme: “Le persone sono convinte a fare solo Vannoni. La libertà di cura è garantita dal Ssn per quelle che reputa ‘cure’. Non possiamo abdicare a questo principio. Se mai, velocizzare l’iter delle sperimentazioni. Ma no al far west. Tra l’altro, i Nas ci hanno segnalato la presenza di nuovi personaggi che spacciano nuove cure senza riscontro scientifico”.

Redazione online