Roma: rapisce un cane e chiede il riscatto di 200 euro

Particolare di un'auto dei caraninieri (Getty Images)
Particolare di un’auto dei caraninieri (Getty Images)

Incredibile vicenda a Sant’Angelo Romano, in provincia di Roma. Un uomo di 40 anni ha rapito uno dei cani dell’affittuario della sua fidanzata e ha preteso il pagamento di un riscatto di 200 euro. Tutto è nato dopo che il contratto per l’affitto di un appartamento stipulato tra la fidanzata del rapitore e un uomo di 33 anni era stato rescisso. L’affittuario era quindi tornato nell’appartamento per prendere le sue cose e portare via due cani che vivevano con lui. Entrando in casa, però, non gli animali non c’erano più.

Dopo alcune ricerche un cane è stato ritrovato a vagare in strada, mentre dell’altro era sparita ogni traccia. Finché l’uomo non ha ricevuto la telefonata del rapitore che gli chiedeva il pagamento di 200 euro per la restituzione del secondo cane. Il giovane non si è lasciato intimidire e ha subito denunciato il fatto ai carabinieri, quindi si è presentato all’appuntamento fissato dal rapitore, mentre i carabinieri si erano appostati nei paraggi.

La richiesta del riscatto, tuttavia, non deve essere bastata al rapitore che all’incontro con la vittima si era portato con sé un altro cane e glielo ha aizzato contro. A quel punto sono intervenuti i militari che hanno arrestato l’uomo e bloccato il cane violento. Poco dopo, è stato ritrovato vicino al luogo dell’incontro il cane rapito, di nome Poldo, che è stato restituito al suo proprietario.

Il rapitore è stato condotto nel carcere romano di Rebibbia, arrestato per tentata estorsione, resistenza e lesioni personali.

Redazione