Roma, sgomberi movimenti per la casa: rientrano nelle loro abitazioni 70 famiglie

Colosseo, Roma (Getty images)
Colosseo, Roma (Getty images)

All’indomani dell’operazione condotta a danno di alcuni esponenti del Comitato di lotta per la casa a Roma nella quale sono state effettuate ben 21 perquisizioni e sequestratre 3 strutture, il sindaco capitolino Ignazio Marino e il vice sindaco Luigi Neri hanno fatto sapere di non essere stati informati dell’operazione e hanno reso noto di aver immediatamente chiesto ieri il dissequestro delle strutture.

Infatti, ieri sera circa 70 famiglie sgomberate da due occupazioni, una in via delle Acacie nel quartiere Casilina e l’altra in via Tuscolana 1.113, ex scuola Hertz, sono rientrate nelle loro abitazioni.

Le modalità dell’operazione sono state contestate da numerosi esponenti politici comunali e regionali che hanno condannato l’irruzione delle forze dell’ordine in luoghi abitati da famiglie con bambini piccoli.

Redazione

LEGGI ANCHE:
Roma: sequestri d’immobili e prequisizioni a danno di esponenti del movimento di lotta per la casa