Obama a Roma: cena con John Elkann in ambasciata

Obama a Villa Madama, Roma (ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)
Obama a Villa Madama, Roma (ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

La visita di ieri a Roma del presidente degli Stati Uniti Barack Obama si è conclusa con una cena a Villa Taverna, la residenza dell’ambasciatore Usa, a cui hanno partecipato circa 50 persone tra diplomatici e imprenditori. Alla cena ha preso parte anche il presidente della Fiat, John Elkann, a cui è stato riservato il privilegio di entrare nella villa dal cancello principale, mentre gli altri invitati, per ragioni di sicurezza, sono passati da un ingresso secondario.

Elkann è arrivato a Villa Taverna intorno alle otto di sera ed è uscito quasi quattro ore dopo, a piedi. Ai giornalisti che si trovavano fuori della residenza ha risposto che quello con Barack Obama è stato un incontro positivo e ha mostrato il pollice in alto.

Quello a Villa Taverna è stato l’ultimo degli appuntamenti formali del presidente Usa a Roma. Nella mattinata di ieri c’era stato lo storico incontro con Papa Francesco, con un colloquio privato durato ben 50 minuti, oltre il previsto. Quindi Obama è andato al Quirinale dal Presidente Napolitano, con il quale si è intrattenuto in un colloquio di circa 20 minuti, a cui ha fatto seguito un pranzo. Nel primo pomeriggio, intorno alle 15, Obama e il suo seguito hanno lasciato il Quirinale per raggiungere Villa Madama, dove il presidente Usa è stato accolto dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi. Al termine del colloquio con Renzi si è tenuta una lunga conferenza stampa con i giornalisti. La giornata a Roma di Barack Obama si è conclusa con la visita privata al Colosseo.

Questa mattina Obama partirà per Riad, in Arabia Saudita.

Redazione