Norvegia: le navi vichinghe resteranno a Bygdøy

Oseberg (drakkar vichinga)

 

 

Non si sposteranno da lì. Le celebri navi vichinghe conservate nel Vikingskipshuset, il museo delle navi vichinghe nella penisola di Bygdøy, a Oslo, non verranno spostate. Dopo anni di promesse e progetti, le autorità hanno deciso di non cambiare collocazione a una delle attrazioni turistiche più celebri della Norvegia.

L’idea era quella di trasferire le tre famose drakkar a Bjørvika, a est della capitale, una zona che nel prossimo futuro dovrebbe vivere una importante riqualificazione. Di un loro trasferimento se ne parlava da una ventina di anni. A metà anni ’90, infatti, venne l’idea di spostare la Tune, la Oseberg e la Gokstad in un luogo più ampio, per permetterne una visualizzazione migliore da parte delle migliaia di turisti che ogni anno arrivano da tutto il mondo per ammirarle.

In realtà alcuni esperti hanno dimostrato che trasportare altrove le navi sarebbe estremamente pericoloso: il legno col tempo è diventato molto fragile, il rischio di danneggiare i reperti durante il trasferimento è alto. Jesper Stub Johnsen, che ha guidato il team incaricato di valutare i rischio di un trasporto, è stato chiaro: “Questi oggetti non vanno spostati un centimetro più del necessario”.

Restano le navi e restano pure gli altri reperti conservati nel museo di Bygdøy: ad esempio una slitta in legno intagliato. Anche in questo caso, vale lo stesso ragionamento: collocare altrove i manufatti potrebbe danneggiarli irreparabilmente. Meglio lasciare tutto lì dov’è.

 

 

Redazione Online