Milan, Berlusconi e Seedorf parlano di futuro

Clarence Seedorf (getty images)
Clarence Seedorf (getty images)

 

Contro il Sassuolo, nella giornata di ieri, Clarence Seedorf potrebbe aver guidato per l’ultima volta il Milan nella sua carriera da allenatore. Da più parti si dice che l’olandese non verrà confermato. Ma negli ultimi giorni uno spiraglio sulla sua riconferma c’è stato. Ieri ha parlato anche il Presidente Berlusconi che ha detto: ”Ogni decisione sarà presa dopo il 25 maggio. Dopo quella data, riunirò il consiglio e, come abbiamo sempre fatto nelle stagioni precedenti, decideremo tutti insieme quale sarà la scelta migliore per il prossimo anno del Milan. Sarà un anno, purtroppo, dedicato soltanto alle gare interne, al campionato italiano, questo ci pesa molto e comunque potrà essere l’inizio di un nuovo ciclo. E a questo nuovo ciclo ci stiamo già pensando perché vogliamo ritornare, come lo siamo stati per trent’anni, ad essere protagonisti nel mondo del calcio, non solo in Italia”.

Queste invece le parole del tecnico: ”A fine mese la società dirà quello che ha deciso. So già quando incontrerò Galliani. Io posso dire di avere affrontato le difficoltà in maniera costruttiva come ho sempre fatto. Non mi sono perso e ho mantenuto la mia integrità morale e i miei valori, rispettando tutti. Ho grande entusiasmo e senza di quello la squadra non avrebbe ottenuto questi risultati. Il merito del girone di ritorno, ottimo, non è mio però. E’ della squadra perché sono loro ad andare in campo e ad allenarsi e hanno sempre spinto al massimo”.