Pakistan, giovani sposi lapidati da famiglia di lei

Donne pakistane (ROBERTO SCHMIDT/AFP/Getty Images)
Donne pakistane (ROBERTO SCHMIDT/AFP/Getty Images)

Ancora violenza contro dei giovani in Pakistan, accusati di aver violato “consuetudini” come quella sui matrimoni programmati. Secondo quanto denunciato dall’avvocato di una giovane donna, infatti, una coppia di sposi “per amore” sono stati linciati dalla famiglia di lei. Il funzionario di polizia locale, Naseem Butt, confermando l’episodio in tutta la sua brutalità, ha parlato di una ventina di familiari della giovane, tra i quali il padre e i fratelli, che si sono scagliati con estrema efferatezza contro di lei, incinta di tre mesi, e il marito, colpendoli con sassi e bastoni in pieno giorno.

Secondo la ricostruzione dell’avvocato, il linciaggio è avvenuto proprio mentre i giovani sposi andavano a chiarire in tribunale la propria posizione, dopo la denuncia di rapimento ai danni della donna da parte della famiglia. Sono centinaia le donne uccise in Pakistan per aver “disubbidito” al volere delle famiglie opponendosi al matrimonio concordato.

Redazione online