25 anni di Musicultura, apertura affidata agli Area

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:46
Area Reunion,Tofani e Tavolazzi (foto pubblico dominio)
Area Reunion,Tofani e Tavolazzi (foto pubblico dominio)

La 25esima edizione di Musicultura, rassegna musicale dedicata alla musica popolare e d’autore, si aprirà lunedì prossimo con i primi appuntamenti della Controra, manifestazione che anticipa il clou del festival, che avrà invece come cornice l’Arena Sferisterio di Macerata, uno dei più noti teatri all’aperto d’Italia. Per lunedì sera, è prevista l’esibizione, in piazza Cesare Battisti, nel centro storico del capoluogo di provincia marchigiano, nella band di rock progressivo degli Area.

Nati nel 1972 grazie a Demetrio Stratos, cantante e sperimentatore musicale italogreco prematuramente scomparso qualche anno più tardi, gli Area hanno rappresentato una vera novità nel panorama prog rock italiano; nei sei anni in cui Stratos fece parte del progetto, cinque furono i dischi dati alle stampe, alcuni dei quali, come “Arbeit Macht Frei” e “Maledetti (maudits)”, rappresentano delle pietre miliari nel genere musicale che di fatto sconvolse il rock italiano in quegli anni.

Diverse le reunion dei vari componenti, l’ultima delle quali è avvenuta nel 2009 e poi proseguita in un trionfale tour che di fatto non si è mai stoppato negli ultimi cinque anni. L’attuale formazione prevede alla voce e alle chitarre elettriche Paolo Tofani, alle tastiere e al piano Patrizio Fariselli, a basso e contrabbasso Ares Tavolazzi e alla batteria Walter Paoli.

Tra gli altri ospiti della Controra, Oliviero Malaspina, che presenterà il suo nuovo album, Franco Mussida, Milena Vukotic, Ricky Gianco, che terrà un concerto martedì sera, Luigi Locascio, la radio.string.quartet.vienna con un omaggio in anteprima assoluta a Joe Zawinul, Paola Minaccioni e Vasco Brondi, meglio noto come Le luci della centrale elettrica.

Redazione online