Guida blu 2014: 21 località si vedono assegnare le 5 vele

Presentazione Guida Blu 2014, Legambiente Touring Club (screen shot youtube)
Presentazione Guida Blu 2014, Legambiente Touring Club (screen shot youtube)

L’edizione “Guida Blu 2014”, sulle località turistiche più belle della penisola, redatta da Legambiente e Touring Club, premia ben 21 località con 5 vele in base ai criteri in cui “le località costiere italiane hanno saputo coniugare, con successo, turismo e sostenibilità”.

In totale 21 località hanno ottenuto le 5 vele tra le quali 14 località marine e 7 laghi.
Prima in classifica spicca Santa Marina Salina, in provincia di Messina, per le zone di mare, mentre Molveno (Tn) vince la classifica dei laghi e il Golfo di Orosei, Ogliastra e Baronia in Sardegna si assegna il primo posto tra i comprensori turistici.
Entrano nella classifica quest’anno anche Castiglione della Pescaia (Gr), Pollica-Acciaroli (Sa) e Posada (Nu) che si contendono il podio.

ECCO LE ALTRE LOCALITA– Per le zone di mare: Ostuni (Br), San Vito Lo Capo (Tp), Vernazza (Sp), Otranto (Le), Melendugno (Le), Baunei (Og), Bosa (Or), Maratea (Pz) e le altre new entry Domus De Maria (Ca) e Roccella Jonica (Rc).
Mentre le località sui laghi che conquistano le 5 vele sono, oltre a Molveno (Tn): Appiano sulla strada del vino (Bz) e Fie’ allo Sciliar (Bz); cui vanno aggiunte le nuove entrate Avigliana (To) sul lago di Avigliana Grande, in Piemonte, Tuoro del Trasimeno (Pg), Massa Marittima (Gr) in Toscana sul lago dell’Accesa, Bellagio (Co) sul lago di Como.

NOVITA’– L’edizione di quest’anno della Guida Blu propone anche per ogni zona balneare un circuito di “visita nell’entroterra, alla scoperta di località come le Bandiere arancioni, il marchio di qualità del Touring che seleziona e certifica le località d’eccellenza con meno di 15.000 abitanti”.
Ma non solo. La Guida fa il suo esordio anche sui social network, con una pagina facebook.

Tra le novità, anche l’iniziativa di Legambiente che invita i cittadini a scegliere entro il 23 luglio, attraverso il sito internet (www.legambiente.it/lapiubella) e sui social network (#laspiaggiapiùbella) la spiaggia più bella d’Italia per individuare i dieci lidi più caratteristici d’Italia. Infine il 20 giugno partirà la campagna di Legambiente, Goletta verde, per monitorare lo stato di salute dei nostri mari.

Redazione