Strage di migranti, Salvini: “Camicie di Renzi e Alfano sporche di sangue”. Insorge il Pd

Matteo Salvini, segretario federale della Lega Nord (GABRIEL BOUYS/AFP/Getty Images)
Matteo Salvini, segretario federale della Lega Nord (GABRIEL BOUYS/AFP/Getty Images)

Dopo la nuova strage di migranti nel Mediterraneo, con 30 persone morte per asfissia su un peschereccio stracarico, con oltre 600 migranti a bordo, soccorso nella notte dalla nave Grecale della Marina militare italiana, il segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini, attraverso il proprio profilo Facebook, lancia nuove dure accuse alla gestione dell’emergenza sbarchi: “Altri 30 morti sulla coscienza di chi difende Mare Lorum. Fermare le partenze, aiutarli a casa loro, subito! Le camicie di Renzi e Alfano sono sporche di sangue. O no?”.

I deputati del Pd Michele Anzaldi, Lorenza Bonaccorsi, Federico Gelli ed Ernesto Magorno, scandalizzati dalla dichiarazione del segretario della Lega Nord, hanno diffuso una nota a lui indirizzata: “Salvini fa lo sciacallo pensando di essere in campagna elettorale permanente, specula sui morti e getta fango sul governo italiano. Si vergogni”.

Redazione online