Prodi: Merkel coerente, ma ha danneggiato altri Paesi

Romano Prodi (getty images)
Romano Prodi (getty images)

Stoccata per Angela Merkel dall’ex presidente del Consiglio italiano ed ex presidente della Commissione europea Romano Prodi. Intervistato su RadioUno alla trasmissione Radio Anch’io, sulla crisi economica europea Prodi ha dichiarato: “Non pretendo dalla Germania un allentamento delle regole europee, anche se sono stati loro i primi a violarli sotto la mia commissione“. “Dal punto di vista della politica interna, la Merkel ha agito con estrema coerenza, il problema è che ha danneggiato tutti gli altri“, ha sottolineato.

Quindi, Prodi ha spiegato che “non è l’euro, non è la troppa Europa, è la poca Europa che ci sta danneggiando“. “L’euro è andato benissimo fino a quando non c’è stata la crisi – ha proseguito – . Non si è lamentato nessuno. Sono uscito dal governo quando l’adesione all’euro era al cento per cento. Nella crisi sono arrivati altri leader europei che non hanno fatto quello che bisognava fare e che si era promesso di fare insieme all’euro“, ha puntato il dito l’ex premier.

“Quando io dissi da presidente della Commissione che il patto di stabilità è stupido, tutti mi davano contro, poi mi hanno detto che avevo ragione perché bisognava accompagnarlo con le misure di difesa”, ha concluso Prodi.

Redazione