Pistoia. Prende la pensione dell’ex moglie che ha strangolato

Esposizione contro il femminicidio (getty images)
Esposizione contro il femminicidio (getty images)

Massimo Parlianti nel 2012 aveva strangolato l’ex moglie, Beatrice Ballerini. Un caso di femminicidio tra i tanti che, purtroppo, costellano le nostre cronache, ma con un particolare che avrebbe del grottesco se non fosse tragico per la famiglia della vittima. Parlianti infatti, come riferito attraverso una nota web pubblicata dal fratello di Beatrice Lorenzo, percepirebbe oggi la pensione che spettava alla donna alla quale ha tolto la vita.

Lorenzo Ballerini ha denunciato il fatto attraverso una petizione online nella quale scrive: ““Vi sembra giusto che un assassino percepisca la pensione della donna che ha ucciso, ex moglie e madre dei suoi due bambini? […] Dall’Inps ho appreso che mentre i bambini di mia sorella, che noi stiamo accudendo, prendono il 40 per cento della pensione, a lui, l’omicida, spetta l’altro 60 per cento e ne avrà diritto a vita”.

Questo accade  – spiega Ballerini – perché non c’è un meccanismo automatico che prevede la dichiarazione di ‘indegnità a succedere’ per l’assassino del coniuge: gli spetta l’eredità della vittima”.

Redazione online