Sudan, combattimenti tribali: 150 morti

Soldati sudanesi (Getty images)
Soldati sudanesi (Getty images)

Bagno di sangue in Sudan dove ieri sono morte almeno 150 persone in degli scontri tribali, tra clan rivali della tribù dei Misseriya, nella regione del Kordofan occidentale.
Secondo le notizie sulla vicenza, si apprende che i due clan si disputano un terreno su cui si trova un pozzo di petrolio in attività.

All’inizio di giugno altri due clan, i Zurug e Awlad Amran, si erano già scontrati provocando almeno 41 vittime per dei terreni sui quali sono in corso esplorazioni petrolifere da parte di società straniere.

Come riporta Radiovaticana, nella regione del Kordofan occidentale ci sono il maggior numero di impianti petroliferi del Sudan e confina con la regione contesa tra Sud Sudan e Khartoum di Abyei, anch’essa ricca di petrolio.

Nella regione per molto tempo il Movimento di Liberazione dei Cittadini del Sudan si è contrapposto con l’esercito regolare sudanese e è stato raggiunto un accordo di pace nel 2004. Ma la situazione non sembra essere del tutto risolta e ci sono ancora degli strascichi.

Redazione