Beni Culturali. Da domani musei gratuiti per ogni prima domenica del mese

Pompei, Porta Nocera (Getty Images)
Pompei, Porta Nocera (Getty Images)

E’ stata introdotta da poco, a seguito dell’approvazione di un decreto presentato dal ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, la nuova modalità di gestione del patrimonio museale italiano. Molte novità attendono i frequentatori di luoghi d’arte, siti archeologici, spazi dedicati alla cultura in Italia e una di queste potrà essere sperimentata già a partire da domani: l’apertura domenicale gratuita che verrà attuata ogni prima domenica del mese.

Oltre ad alcune domeniche durante le quali, quindi, sarà possibile per tutti accedere gratuitamente ai musei e i monumenti della propria città o di quelli di qualsiasi altra parte d’Italia, appassionati, cittadini e turisti potranno usufruire anche di un’apertura prolungata – questa volta a pagamento – che si terrà ogni venerdì.

L’intento del governo è quello di incentivare le visite nei siti artistici della penisola e, pur non precludendo l’accesso per tutti a museo, quello di rendere effettiva la produttività del settore culturale in termini economici. In questo senso, gli over 65 che fino all’approvazione del decreto potevano entrare a museo gratuitamente, non potranno più usufruire del privilegio precedentemente accordatogli. Conserveranno le agevolazioni i minorenni e alcune facilitazioni economiche saranno predisposte per gli under 25. Il Ministero ha poi stilato un nuovo listino prezzi per l’accesso.

Ha affermato il ministro Franceschini nella presentazione del provvedimento:”‘L’obiettivo è valorizzare il nostro straordinario patrimonio visto che solo lo Stato conta 420 musei, una potenzialità enorme anche in termini di crescita turistica”.

Redazione online