Garante Gran Bretagna: utenti Facebook più interessati alla privacy che in passato

Facebook (getty Images)
Facebook (getty Images)

Secondo i dati raccolti da GlobalWebIndex, il numero di utenti di Facebook interessati al tema della privacy è cresciuto ben del 10% dal 2012 ad oggi, passando dal 44% al 54%. Queste cifre, ottenute da un’indagine del Garante della Privacy del Regno Unito tra utenti dai 16 ai 64 anni, ben riflettono l’attenzione pubblica e l’indignazione che ha scatenato recentemente la notizia che il social network avrebbe manipolato le notifiche degli iscritti per sperimentare se esista una sorta di “contagio emotivo” virtuale.

Intanto, Facebook sta anche sperimentando una funzione “che aiuti le persone a trovare più video di loro interesse”, applicata per ora ad un gruppo di utenti “mobile” di iOS e Android ai quali viene suggerito, mentre stanno guardando un video, un altro simile che potrebbe essere di loro interesse. Il tentativo è tutt’altro che casuale, visto che Facebook ha acquistato recentemente LiveRail, una società che aiuta le aziende a collocare le proprie inserzioni nei video sui loro siti e sulle loro applicazioni.

Redazione