Delitto Yara Gambirasio: l’altra prova che potrebbe incastrare Bossetti?

Yara Gambirasio
Yara Gambirasio

Una telecamera di sorveglianza potrebbe incastrare Massimo Bossetti, accusato di essere l’assassino di Yara Gambirasio.  Gli inquirenti – racconta tgcom – in queste ore stanno esaminando le immagini che già anni fa avevano passato al setaccio, frame dopo frame. Ora il lavoro è più semplice, poiché non si cerca qualcosa o qualcuno, ma si cerca Bossetti in quelle registrazioni, si cercano i suoi veicoli.  E qualcosa di importante per il futuro processo è stato trovato.

“A quanto è stato riferito da fonte confidenziale all’inviato di News Mediaset Enrico Fedocci, una telecamera riprende un passaggio insistente di Bossetti nei pressi dei luoghi frequentati da Yara Gambirasio. Più di un indizio, nelle considerazione degli inquirenti che non si sbilanciano su questo nuovo tassello acquisit”o.

Le celle telefoniche, che non consentono l’esatta e perfetta localizzazione di un telefonino e del suo proprietario, sarebbero confortati quindi in maniera inequivocabile da questa telecamera che riprende il mezzo su cui viaggiava Bossetti e aggraverebbe la sua posizione, collocandolo in luoghi in cui il presunto omicida in carcere con l’accusa di avere ucciso la piccola Yara, nega di essere stato.

Alla domanda sull’esistenza di queste immagini che immortalano Bossetti la pm Letizia Ruggeri, in uscita dalla Procura, non ha smentito l’indiscrezione pubblicata da Tgcom24, limitandosi a dire: “C’è il segreto”.

 

Redazione online