Desirèe Noferini a 360°: “In questo momento di crisi scelgo di restare in Italia”

Desirèe Noferini
Desirèe Noferini

Oggi per la nostra sezione “interviste esclusive” abbiamo sentito la modella e attrice Desirèe Noferini. Di origini etiopi, ha studiato per un anno al Centro Sperimentale di Cinematografia a Roma e frequenta il “laboratorio permanente” di Alessandro Prete “per tenersi sempre allenata, nei momenti di pausa lavorativa”.

Dopo una partecipazione alla serie tv Gente di mare 2, trasmessa su Rai Uno, nel 2008 è una delle protagoniste del film Un gioco da ragazze, diretto da Matteo Rovere, nel ruolo di Michela Ricasoli. Nello stesso anno è protagonista di una puntata di Don Matteo 6.

Nel 2009 è protagonista di Cous cous alla bolognese, regia dei Manetti Bros, Venti sigarette” (tratto dal libro “Venti sigarette a Nassiriya”, scritto da Aureliano Amadei, unico superstite della terribile strage e regista del film), e “Non c’è tempo per gli eroi”.
E’ giovanissima e bellissima. Ha partecipato a Miss Italia anni fa ottenendo un ottimo piazzamento e ben due fasce , ma soprattutto è tra i volti emergenti più interessanti del panorama televisivo e cinematografico italiano. Abbiamo deciso di intervistarla per farci raccontare tutto di lei.

 

Buongiorno Desirée. Lieti di ospitarti su Direttanews. Sei giovanissima e bellissima ed hai partecipato a Miss Italia anni fa ottenendo un ottimo piazzamento e ben due fasce. Ci racconti di questa esperienza?

Da piccolina mi divertiva sfilare con le scarpe di mia madre, davanti allo specchio, nella sua camera e all’età di 18 anni mia sorella mi ha iscritto di nascosto al concorso, così quando ho ricevuto la prima telefonata per la prima selezione regionale (Toscana) ho deciso di partecipare. È stata una bella esperienza! Ricordo ancora l’emozione di essere per la prima volta in diretta in prima serata!

 

Quando hai deciso di fare questo lavoro?
Interiormente sono arrivata a questo mestiere dopo aver fatto il film “Un gioco da ragazze”. Lì ho capito che solo l’apparire non mi bastava. Avevo l’urgenza di cominciare a manifestare le mie emozioni. Così ho iniziato a studiare recitazione, mettendo tutte le mie energie in questo splendido mestiere.

 

Tra i lavori che hai fatto, a quale sei rimasta più legata?

Sono molto legata a “Seconda primavera” un film di Francesco Calogero, che ho girato a Messina lo scorso settembre. Interpreto Hikma, una ragazza maghrebina, cresciuta in Sicilia, che si ritroverà a vivere a 20 anni delle problematiche molto più grandi di lei.. Spero che possiate vederlo presto nelle sale!

Desirèe Noferini nel 2008 (getty images)
Desirèe Noferini nel 2008 (getty images)

Quanto è difficile in Italia emergere per un’attrice come te?
Moltissimo. E di questi tempi lo è ancor di più! Ma al tempo stesso viviamo una lotta continua per la “sopravvivenza”..una sopravvivenza professionale che terrà vivi solo i più forti e coraggiosi! Questa almeno, è la mia speranza!

 

Hai mai pensato di trasferirti all’estero?
In questo momento di crisi scelgo di restare in Italia. Voglio combattere ogni giorno per realizzarmi in questo lavoro. Ci sono ancora tante esperienze che voglio vivere qui in Italia. Una fra tutte è quella del teatro, infatti prossimamente lo farò..

 

“Un gioco da ragazze” è stato il primo film. Ci parli di questa esperienza?
Ho vissuto questo film con l’incoscienza e l’inconsapevolezza della neofita, ma spero di essermela cavata bene lo stesso.

Ti abbiamo vista su facebook in compagnia di Vinicio Marchioni e Marco Palvetti. C’è qualcosa che bolle in pentola con questi due bravi attori?

 

Me lo augurerei molto, ma per ora sono solo degli ottimi amici e soprattutto due colleghi dai quali posso “rubare” tanto.

 

Qual è secondo te la migliore serie televisiva italiana?

A proposito dei miei amici, direi “Romanzo Criminale La Serie” e “Gomorra La Serie”.

 

Desirèe Noferini
Desirèe Noferini

Cosa ne pensi di Gomorra?

Che è il nuovo punto di riferimento per il nostro lavoro. Abbiamo finalmente alzato l’asticella verso nuovi traguardi internazionali e sono felice che il pubblico se ne sia accorto! Mi piacerebbe molto lavorare con Sollima, Comencini e Cupellini, infatti sto già prendendo lezioni di napoletano ;))

 

Cosa non ti piace del mondo dello spettacolo?
L’unica cosa che non mi piace di questo lavoro è “l’attesa” di poterlo fare! Praticamente mi piace tutto.

 

Quali sono i tuoi progetti futuri?
Sto per girare una miniserie in due puntate per Rai Uno, che si chiama “Anna e Yusuf” con la regia di Cinzia Th Torrini.

 

Grazie per la bella chiacchierata

Grazie a te Michele e un saluto ai lettori di Direttanews

 

Michele D’Agostino per Direttanews.it