Grillo: Patto tra Napolitano, Renzi e Berlusconi per completare disegno P2

Beppe Grillo (Screen shot youtube)
Beppe Grillo (Screen shot youtube)

E’ domenica ed è estate ma non si ferma la polemica sul tema delle riforme costituzionali in casa Movimento 5 Stelle. Dopo l’approvazione dell’articolo 2 di venerdì scorso – con la quale si riduce il Senato della Repubblica a un organo non elettivo composto da 100 parlamentari nominati per la gran parte dai Consigli Regionali e per un numero meno cospicuo tramite via presidenziale – è comparso oggi sul blog di Beppe Grillo un post con il quale si attacca il trio Napolitano-Berlusconi-Renzi, ipotizzando tra i tre politici un’alleanza tesa al perseguimento di un disegno politico segreto.

“Ci sono due segreti di Stato, due nuovi segreti di Fatima che al confronto Ustica e Piazza Fontana sbiadiscono. Il primo sono le conversazioni tra Mancino e il signor Napolitano avvenute nell’ambito dell’inchiesta sulla trattativa Stato-mafia. Il secondo è il patto del Nazareno tra un piduista condannato in via definitiva e un ex sindaco mai eletto in Parlamento. Segreti con i timbri della P2 e della Mafia”, c’è scritto sul portale web del comico genovese.

“Con la sostanziale abolizione del Senato siamo giunti all’epilogo di un percorso iniziato con Gelli e proseguito con l’omicidio di Falcone e Borsellino. Gli italiani hanno il sacrosanto diritto di sapere e i giudici di indagare sui colloqui privati del trio Napolitano-Renzie-Berlusconi dato che riguardano il futuro della Nazione. Meglio Pinochet di questi sepolcri iimbiancati e bimbominkia assortiti. Chi sa parli, chi può denunci. O dovremo fare un appello a Riina per sapere la verità?”, si conclude nel post.

 

Redazione online