San Rossore, la telefonata di Papa Francesco: il mondo ha bisogno di giovani coraggiosi

Papa Francesco (FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)
Papa Francesco (FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Papa Francesco ha telefonato oggi ai giovani scout presenti al raduno Agesci di San Rossore, vicino Pisa. Pochi minuti dopo le 11 è arrivata l’attesa chiamata del Papa, che ha salutato i 30mila ragazzi e ha detto di essere “felice del raduno in corso”. Il Papa ha espresso rammarico per non poter essere presente, quindi ha invitato i ragazzi ad avere coraggio. “Il mondo ha bisogno di giovani coraggiosi, non timorosi”, ha sottolineato Papa Bergoglio, “di giovani che si muovano sulla strada, non fermi… giovani che abbiano sempre un orizzonte dove andare… non giovani in pensione“. “E’ triste guardare un giovane in pensione…”, ha detto Papa Francesco. “Andare avanti con coraggio… – ha continuato il Papa – questo sarà il vostro lavoro per aiutare a cambiare questo mondo, a farlo molto migliore…, con la verità, la bontà, la bellezza”.

Il Papa ha augurato il meglio ai ragazzi presenti e ha rinnovato l’invito a “non avere paura”. “Non fatevi togliere la speranza“, ha aggiunto.

Sui giovani “in pensione”, il Papa ha ammonito: “La pensione arriva a 65 anni.. un giovane non deve andare in pensione, mai! Deve andare avanti con coraggio. Prego per voi e invoco la benedizione del Signore su di voi. Vi benedico nel nome del padre del figlio e dello spirito santo e vi chiedo di pregare con me”, ha concluso la sua telefonata il pontefice.

Redazione