La Commissione Onu: lo Stato Islamico recluta anche i bambini

isis-training-children

Il rapporto che ha diffuso la Commissione di inchiesta indipendente Onu sulla Siria ha rivelato le modalità di azione e reclutamento dello Stato Islamico: bambini di 10 anni costretti dai miliziani ad impugnare le armi in Siria e in Iraq. I bambini, sottolinea l’Onu,vengono condotti degli jihadisti in campi di addestramento in Siria. Il reclutamento dei bambini e confermato da molte foto postate su social network e  rappresenta un problema di particolare gravità nel gestire l’offeniva contro gli jihadisti, sottololinea l’Onu, perchè il rischio, elevato, è quello di coinvolgere e uccidere i bambini negli scontri a fuoco.
Nelle zone sotto il controllo dell’Isis, in particolare nel nord e nord-est della Siria, ogni venerdì si svolgono esecuzioni, amputazioni e flagellazioni. I corpi delle persone uccise vengono lasciati in mostra per giorni; le donne sono flagellate anche per il mancato il codice di «abbigliamento dell’Isis». I civili, compresi i bambini, sono invitati ad assistere. Le punzioni e le escuzioni sono un «spettacolo comune» a Raqqa, città roccaforte degli jihadisti, e nelle zone controllate dall’Isis nel governatorato di Aleppo.

Redazione