Inter, Mazzarri protesta con l’arbitro: ”Rigore inesistente e rosso a Vidic assurdo”

Walter Mazzarri (getty images)
Walter Mazzarri (getty images)

 

Walter Mazzarri non ci sta e dopo il pareggio contro il Torino per 0-0 nella prima giornata di campionato se la prende soprattutto con l’arbitro Doveri, reo di aver concesso un rigore dubbio ai granata e di aver espulso Vidic nella ripresa. Queste le parole del tecnico dell’Inter: ”Quando non vinco non sono mai soddisfatto – riporta Sportmediaset -. Sapevo che non era facile, ci sta, accettiamo il pareggio, era nelle premesse della vigilia e lo avevo detto, con le forze che abbiamo in questo momento. Era difficile andare contro il Torino così disposto in difesa. Non avevo poi altri attaccanti, con Icardi e poi Osvaldo. Non dimentichiamo che non c’è Palacio che è un giocatore molto importante. Il rigore? Per me non c’era quello per il Torino, così come non c’era quello su Icardi da parte di Glik nel secondo tempo, ma se l’arbitro assegna il primo, deve anche assegnare il secondo. E quello su Icardi è qualcosa di più rispetto alla trattenuta di Vidic su Quagliarella. L’espulsione di Vidic è una assurdità. Vidic subisce il contatto, poi applaude perché condivide la decisione dell’arbitro. L’applauso non era ironico, voleva dire all’arbitro che condivideva la scelta, la partita poi era finita. Come il rigore che Doveri ha dato: non si può dare un rigore ogni volta che c’è un contatto, sennò bisogna concederne venti a partita”.

Marco Orrù