Londra perde uno dei simboli: i “cab” rimpiazzati da oltre 7000 vetture elettriche entro il 2020

Cabs
Cabs

Il sindaco di Londra, Boris Johnson, aggiunge un altro tassello ad un cambiamento radicale che riguarderà la capitale inglese, dopo l’imposizione della tassa supplementare di 10 sterline per i veicoli a gasolio che vogliano circolare nell’Area C. Il primo cittadino ha dichiarato: “Voglio avere almeno 7.000 taxi elettrici sulle strade di Londra entro il 2020”. Un traguardo ambizioso che arriverebbe in anticipo rispetto alla scadenza del 2030 per la riduzione delle emissioni di ossido d’azoto, i NOx, richiesta per tutte le capitali europee. Boris Johnson si dimostra molto ottimista, e prevede che il sistema di propulsione di questi veicoli EV con range extender ridurrà del 75% le emissioni di CO2 dei taxi. Tra gli altri provvedimenti radicali per andare nella direzione di una città meno inquinata e una mobilità più sostenibile, si sta puntando alla riduzione della circolazione dei mezzi privati e alla trasformazione del parco veicoli pubblici, con i bus (si sperimentano quelli a idrogeno) e i taxi a farne ovviamente le spese per primi.

I “cab” londinesi, spesso peraltro prodotti in Italia dall’azienda VM di Cento (Fe), al momento vanno con motore a gasolio, ma dovrebbero essere gradualmente rimpiazzati da questi modelli, che con 50grammi di CO2 per km, inquinano il 75% in meno di quelli attuali. E’ stato lo stesso Boris Johnson a mettere alla prova uno di questi veicoli, progettati e costruiti dalla Ecotive e dalla Frazer-Nash Research, rimanendo impressionato dalle prestazioni: “È superbo, una macchina assolutamente affascinante, un capolavoro dell’engineering britannico ed è anche totalmente silenzioso, è la Rolls-Royce dei taxi e può fare 100 miglia con un gallone”, ha detto il primo cittadino di Londra, facendo riferimento ai 4,54 litri ogni 161 e considerando un’autonomia pari a 560 km secondo il costruttore. Grazie alla ricarica elettrica, che viene effettuata durante le soste fuori dal turno, e al limitato utilizzo della sezione termica del sistema Ev con Range Extender, il costo di gestione quotidiana di questi veicoli dovrebbe essere di 20-40 sterline inferiore a quelli in uso attualmente.

Redazione