Maltempo Gargano: recuperato in mare il corpo del disperso

Peschici (Fonte: youreporter)
Peschici (Fonte: youreporter)

Sono riprese ancora questa mattina le ricerche dell’anziano signore di 70 anni, Vincenzo Blenx, scomparso sabato mattina a Peschici a bordo della sua auto travolta da un’ondata acqua e fango, provocata dalla violente alluvione che ha colpito ben 14 comuni: sul territorio si contano gravissimi danni e una vittima, Antonio Facenna, l’allevatore 24enne i cui funerali si svolti ieri a Vico del Gargano.

Secondo quanto riporta in un flash l’Ansa, il corpo senza vita di Blenx è stato recuperato questa mattina in mare dai marinai della Capitaneria di porto di Vieste.

Sul posto si sono recati il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola e il capo del dipartimento della Protezione civile, Franco Gabrielli che ieri ha annunciato che vi sono le condizioni per decretare lo stato d’emergenza.
“Per quello che ho visto, per quello che il presidente mi ha raccontato, credo che ci siano le condizioni per la dichiarazione dello stato di emergenza”, ha dichiarato Gabrielli al termine dell’incontro nella prefettura di Foggia con i 14 sindaci.

Per fronteggiare la situazione sono intervenuti anche i militari dell’11° reggimento del Genio guastatori di Foggia e della brigata Pinerolo a Peschici e poi anche a Rodi Garganico per fornire aiuto alla popolazione e gli operatori turistici a liberare strade, locali e impianti dal fango e dai detriti che l’alluvione ha spinto verso il mare.
Nell’area non sono mancanti anche gli interventi dei Vigili del fuoco che solo nel fine settimana hanno effettuato circa 200 interventi di soccorso, portando in salvo centinaia di villeggianti isolati in diversi campeggi per lo straripamento di canali e torrenti a Peschici, in località Calena, Ischitella, Vico del Gargano. Per le operazioni viene impiegato anche l’elicottero Ab 412 del Nucleo di Pescara.

Intanto per oggi è attesa la vista del ministro dell’ambiente Gian luca Galletti che ieri ha espresso la sua vicinanza e quella del governo alla popolazione, ricordando che quello del dissesto idrogeologico è una priorità del suo ministero.
Anche il presidente della Regione Puglia tornerà in mattinata sul Gargano per continuare ad incontrare le comunità colpite dall’alluvione dei giorni scorsi. Vendola ha assicurato di aver dato “ai sindaci l’autorizzazione a procedere con delibere di somma urgenza per gli interventi immediati con la garanzia politica che la Regione si farà carico delle risorse necessarie” e oggi ci sarà una prima relazione dell’Autorità di bacino.
“Ci predisponiamo a consegnare il dossier a Palazzo Chigi e a fare il nostro dovere, chiedere cioè lo stato di emergenza complessivamente per la zona del Gargano e chiedere lo stato di calamità naturale per i danni inferti all’agricoltura”, ha dichiarato Vendola.

Il caso però ha sollevato molte critiche e in una nota Gianni Alemanno, membro dell’Ufficio di Presidenza di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, ha scritto che “dopo il disastro che ha colpito il Gargano è tempo che la regione Puglia e il governo italiano diano risposte vere e concrete. Non basta dichiarare lo stato di calamità naturale, bisogna stanziare risorse adeguate per risarcire i danni creati dal maltempo alle infrastrutture, ai centri abitati e all’agricoltura.
“Non deve ripetersi quello che è successo l’anno scorso dove, ad esempio, a fronte di una richiesta di sette milioni di euro per i danni dovuti al maltempo presentata dal comune di Vieste, dopo un anno c’è stato da parte del governo italiano soltanto lo stanziamento di un milione- prosegue Alemanno. Se anche questa volta si dovesse ripetere una situazione di questo genere nessuno potrà più salvare il Gargano dal disastro economico, sociale e lavorativo. Su questo si gioca la faccia anche la regione Puglia, che negli ultimi dieci anni, nonostante molteplici segnali di avvertimento, non è riuscita a fare nulla contro il dissesto idrogeologico della zona. Oggi bisogna fronteggiare l’emergenza, accertare rapidamente i danni e mettere subito a disposizione delle risorse che permettano a tutti coloro che abitano nel Gargano di non chiudere le imprese ma di affrontare con una capacità produttiva la prossima stagione”.

Redazione

LEGGI ANCHE:
Maltempo Puglia: Vendola a Peschici e Caripino