Svezia, elezioni: vince la sinistra. Raddoppia l’estrema destra

Stefan Loefven (Getty images)
Stefan Loefven (Getty images)

I risultati delle elezioni politiche in Svezia confermano la vittoria della coalizione della sinistra che torna al governo.

I dati però confermano che la colazione non è riuscita ad ottenere la maggioranza assoluta e deve ora fare i conti con l’avanzata dell’ultra destra.

Infatti, socialdemocratici, guidati da Stefan Loefven, hanno ottenuto il 31,3% delle preferenze mentre in totale i partiti di sinistra (socialdemocratici, verdi, postcomunisti sommati) ottengono il 43,7% dei voti.

Il centrodestra del premier uscente Fredrik Reinfeldt, schierato con i popolari di Angela Merkel raggiunge il 39% mentre raddoppia i voti il partito di ultradestra xenofobo e antieuropeo (Sveriges Demokraterna), guidato dal leader 35enne Jimmy Akesson e che passa dal 5.7% al 12.9%.

Infine le femministe non superano la soglia del 4%.

Alla sinistra andrebbero 158 seggi (ne servono 175 per la maggioranza) mentre il centrodestra otterrebbe 142 seggi e l’ultradestra ben 49.

Reinfeldt che era la governo da otto anni ha intanto annunciato le dimissioni.

Redazione