Tredicesima consultazione per elezione giudici Csm: Renzi esorta ad “andare veloci”

Il Consiglio Superiore della Magistratura
Il Consiglio Superiore della Magistratura

E’ in corso nell’Aula di Montecitorio, riunita in seduta congiunta, la tredicesima votazione per l’elezione di due giudici costituzionali e due membri laici del Csm. Il quorum necessario, che finora ha sempre dato fumata nera, è quello dei 3/5 dei Componenti dell’Assemblea per la Consulta.

Secondo alcune fonti della maggioranza, tuttavia, lo stallo sul tema, con Pd e Forza Italia che si lanciano reciproche accuse, potrebbe essere risolto soltanto la settimana prossima. Il Capo dello Stato Giorgio Napolitano ha sollevato ieri preoccupazioni sulla difficoltà nel raggiungimento di un accordo, e ha ricordato in una nota che “quorum elevati per tali operazioni elettorali in Parlamento implicano tassativamente convergenze sulle candidature e piena condivisione nell’espressione dei voti tra forze politiche diverse, di maggioranza e di minoranza. Immotivate preclusioni nei confronti di candidature di altre forze politiche o la settaria pretesa di considerare idonei solo i candidati delle propria parte rischia di logorare e mettere in discussione lo stesso istituto di garanzia rappresentato dal sistema dei quorum qualificati”.

Si è detto del tutto d’accordo con queste parole Matteo Renzi, che, citato da Sky tg24 mentre entrava al Nazareno per la riunione della segreteria del Pd questa mattina, ha affermato: “Ha ragione nel merito e nel metodo il Presidente della Repubblica. Spero che oggi o nei prossimi giorni il Parlamento troverà una soluzione di alto livello”, ma “bisogna andare veloci”.

Redazione