Concluso CdM, nuovo via libera a dichiarazione dei redditi precompilata

Il CdM guidato da Matteo Renzi (Elisabetta Villa/Getty Images)
Il CdM guidato da Matteo Renzi (Elisabetta Villa/Getty Images)

Si è concluso il Consiglio dei Ministri odierno, in cui è stato esaminato nuovamente il decreto legislativo contenente disposizioni in materia di semplificazioni fiscali, in attuazione dell’articolo 7 della delega di cui alla legge n. 23 dell’11 marzo 2014 (“dichiarazione dei redditi precompilata”). Adesso toccherà alle commissioni preposte rivedere il provvedimento, dando il loro parere, infine il testo passerà nuovamente in CdM per la terza e definitiva lettura.

Ratificati poi quattro accordi internazionali: uno riguarda i trattati di estradizione e assistenza giudiziaria in materia penale tra l’Italia e la Repubblica del Kosovo; c’è poi il memorandum d’intesa sulla lotta alla criminalità tra il Governo italiano e quello del Qatar; gli altri due accordi riguardano la cooperazione nel settore della difesa con Azerbaijan e Armenia. Ratificati anche tre accordi europei nel settore aereo.

Approvato poi uno schema di decreto legislativo per l’attuazione del Regolamento europeo n. 2173/2005 del 20 dicembre 2005, concernente l’istituzione di un sistema di licenze FLEGT per le importazioni di legname nella Comunità europea, nonché del Regolamento europeo n. 995/2010 del 20 ottobre 2010, sugli obblighi degli operatori che commercializzano legno e prodotti da esso derivati.

Dato anche l’ok per nuovi impianti eolici in Puglia, regione che punta molto su queste fonti di energia rinnovabile. Infine è arrivata la nomina a direttore dell’Agenzia del demanio per Roberto Reggi, già sindaco di Piacenza per un decennio e attualmente sottosegretario al Ministero dell’Istruzione.

Redazione online