Venezia, cade aereo acrobatico: muore noto pilota

Aereo acrobatico (Jure Makovec/AFP/Getty Images)
Aereo acrobatico (Jure Makovec/AFP/Getty Images)

E’ senza dubbio un weekend “nero” per quel che riguarda gli incidenti aerei legati a manifestazioni sportive e a spettacoli acrobatici. Ieri pomeriggio, a Vigevano in provincia di Pavia, un ultraleggero è precipitato nel corso delle operazioni di atterraggio, coinvolgendo mortalmente non solo il pilota, Emanuele Vialardi, 49 anni, di Biella, ma anche uno degli spettatori, il 55enne Gianni Ciucci, avvocato di Corsico.

Nella mattinata di oggi, poi, tragedia sfiorata a Varallo Sesia, in provincia di Vercelli, nel corso della Festa dell’Aria, dove un elicottero è precipitato in fase di atterraggio: cinque i feriti, tra cui un adolescente, ferito in modo molto grave, ma pare non in pericolo di vita. L’elicottero è precipitato davanti a duecento persone: solo l’ottima organizzazione dell’evento ha evitato conseguenze per gli spettatori.

Infine, poco fa, durante la manifestazione aereo “Fly Venice” in corso all’aeroporto Nicelli del Lido di Venezia, è precipitato un piccolo velivolo, guidato da Francesco Fornabaio, campione del mondo di freestyle. Membro della Nazionale Italiana (categoria Unlimited) di acrobazia aerea dal 2002, un portale specializzato descrive così Fornabaio: “La sua specialità è il volo artistico con cui si esibisce negli airshow, per cui crea programmi di grande suggestione e bellezza, oltre che di ricerca tecnica, sottolineate dai fumogeni bianchi che evidenziano i momenti salienti dell’esecuzione”.

L’incidente aereo nel quale ha perso la vita il campione è avvenuto davanti a circa 5mila spettatori che ne stavano ammirando le acrobazie. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco: restano da chiarire le cause dell’incidente.

Redazione online