Milan, Galliani: “Inzaghi deve risolvere i problemi difensivi”

Adriano Galliani (Getty Images)
Adriano Galliani (Getty Images)

Adriano Galliani, amministratore delegato del Milan, si è recato oggi in Lega Calcio ed ha rilasciato alcune dichiarazioni. Per quanto concerne l’incontro avvenuto con Barbara Berlusconi e Erick Thohir non ha voluto proferire parola, considerandolo un argomento non di sua competenza. L’argomento principale del vertice con l’Inter è stato lo stadio, nello specifico la valorizzazione e l’ammodernamento di San Siro.

Sull’andamento della squadra si è espresso manifestando qualche preoccupazione dopo le ultime due partite nelle quali è stato raccolto solo un punto con Juventus ed Empoli: “Siamo il miglior attacco, ma subiamo troppi gol, solo il Parma ne ha presi di più. E’ un problema che Inzaghi conosce bene e che cercheremo di risolvere. Inzaghi e Tassotti stanno lavorando per migliorare la fase difensiva. A Empoli non stavamo giocando male nel primo tempo, abbiamo solo preso due gol su palla inattiva”. Nuovo modulo? Non parlo nemmeno di questo, chiedete domani in conferenza a Pippo Inzaghi“.

Si è passati poi a parlare delle note più positive di questo Milan di inizio campionato: “Tutti i nuovi acquisti stanno facendo molto bene, abbiamo un attacco super, ci sono tante cose positive. E’ un Milan che ha uno spirito e un gioco nettamente superiore rispetto all’anno scorso. Credo che faremo un buon campionato“.

Galliani ha rivolto un elogio speciale a Keisuke Honda, autore i 3 gol in 4 partite dopo una passata stagione in rossonero molto travagliata: “E’ sempre stato molto importante, sta tornando quello che ha fatto bene in Russia e con il Giappone. Finalmente quest’anno ha fatto vacanze e la preparazione con noi e ora sta facendo quello che ci aspettavamo“.

Infine una battuta sui rinnovi di Ignazio Abate e Nigel De Jong: “C’è tempo, tanto non scappano”.

 

Matteo Bellan