Epatite C: ok a rimborso del farmaco. Speranza per migliaia di malati

Virus dell'epatite C al microscopio (foto pubblico dominio)
Virus dell’epatite C al microscopio (foto pubblico dominio)

Accordo tra Agenzia Italiana del Farmaco e Gilead Sciences per la rimborsabilità del farmaco Sovaldi (sofosbuvir), usato per il trattamento dei malati affetti da epatite C. La cura è costosissima: si parla di un costo di circa 600 euro a compressa e di circa 100 compresse utili per guarire, ma contestualmente circa il 90% dei pazienti affetti da epatite C sarebbero guariti dopo averlo usato.

Bisogna però far presto, come spiega Antonio Gasbarrini, uno dei fondatori di Alleanza contro l’Epatite: “In realtà su 1,5 milioni di persone infette in Italia potenzialmente quelle trattabili sono 300-400mila; di questi però ce ne sono circa 30mila che avrebbero bisogno del farmaco subito, perchè hanno una cirrosi avanzata ma non al punto da non avere più alcun beneficio dalla terapia”.

Redazione online