Alitalia, giallo sui cieli austriaci

Particolare di un aereo Alitalia (Getty Images)
Particolare di un aereo Alitalia (Getty Images)

Foto e video che documentano un’inquietante scorta da parte di due caccia battenti bandiera tedesca nei confronti di un airbus 320 dell’Alitalia, partito da Amsterdam ieri alle 12.20 e diretto a Roma. A scattarle, Fabio Guccione, titolare di un’agenzia di viaggi a Palermo, il quale ha raccontato poi di essere riuscito addirittura a distinguere chiaramente le facce dei due piloti, in quanto la distanza tra i caccia e l’aereo di linea italiano era di qualche decina di metri. L’uomo, accendendo il cellulare per scattare foto e registrare brevi video per documentare quanto stava accadendo, si è accorto che in quel momento l’aereo si trovava in territorio austriaco.

Secondo i racconti dell’uomo, ripresi da ‘Corriere.it’, i due aerei militari “ci hanno accompagnato per circa 20 minuti. I passeggeri dapprima erano preoccupati poi si sono rilassati e tutti hanno scattato foto e girato video. Qualcuno ha chiesto alle hostess di avere informazioni dalla cabina dei piloti sulle ragioni della ‘scorta’. Ma dopo qualche minuto l’hostess è tornata dicendo che il comandante non voleva dir nulla”.

A quanto pare, ma non esistono al momento versioni ufficiali di quanto accaduto, ci sarebbe stato un problema di malfunzionamento delle comunicazioni radio, una sorta di black-out durato meno di un minuto, che avrebbe costretto i caccia tedeschi ad avvicinarsi al velivolo civile dell’ormai ex compagnia di bandiera italiana per chiedere di identificarsi e poi scortarlo per una ventina di minuti.

 

GM