Caso marò, vertice al Quirinale

ITALY-INDIA-COURT-DIPLOMACY-CRIME

Il Quirinale ha informato di un colloquio intercorso tra il Presidente della Repubblica e il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, nel corso del quale il premier avrebbe informato Napolitano sugli ultimi sviluppi della vicenda marò.
Nel corso della giornata il premier era intervenuto sul caso, mostrandosi moderatamente ottimista : “Per la prima volta – ha detto – dopo mesi il governo indiano ha espresso il desiderio di una soluzione condivisa e concertata”. L’esecutivo, ha spiegato, è “al lavoro con il governo indiano per riportare a casa tutti e due i due marò, in un clima di rispetto istituzionale ma chiediamo che si faccia rapidamente”.
La vicenda sarà domani all’ordine del giorno del Consiglio dei Ministri. Oggi a famiglia di Salvatore Girone, al quale la Corte suprema indiana ha negato il rientro in Italia per le festività natalizie, è partita per New Deli per trascorrere insieme il Natale. Intanto un appello è giunto anche dalla Comunità ebraica di Roma, che ha lanciato la campagna #bringbackourmarò, e ha affisso davanti al Tempio Maggiore di Roma due gigantografie dei fucilieri . Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Riccardo Pacifici presidente della Comunità ebraica di Roma, ha dichiarato«La sorte dei due marò è oggi una questione umanitaria che ha bisogno del sostegno di tutti. Dobbiamo compiere ogni iniziativa possibile per riportarli a casa: non possono e non devono essere lasciati soli. Ci stiamo mobilitando sui social network, sensibilizzando quante più persone e organismi possibili, anche in campo internazionale».

ADB