Sassari: bimbo di 18 mesi muore nella culla

Culla bambino
Culla bambino

Tragedia a Sassari. Un bimbo di 18 mesi è deceduto, in una villetta in regione Filigheddu, probabilmente ucciso da un rigurgito nel sonno. Il piccolo è stato scoperto nella giornata di ieri dopo le 9.30 dalla madre del piccolo quando, come tutte le mattine, è andata a svegliare il bambino e la sua sorellina di quattro anni. Il piccolo era sotto le coperte, apparentemente addormentato. Alla madre è però bastato uno sguardo a quel corpicino inanimato per precipitare nel peggiore degli incubi che angosciano tutti i genitori di bambini piccoli.

La mamma ha chiesto aiuto al marito e alla centrale operativa del 118. Nonostante fosse in preda alla disperazione, la coppia ha cercato di mantenere la calma per eseguire le manovre rianimatorie che venivano suggerite al telefono dall’operatore, in attesa che arrivasse l’équipe. I soccorsi sono stati tempestivi. A Filigheddu sono arrivati prima i volontari del Soccorso Sardo e pochi istanti dopo l’ambulanza medicalizzata. I sanitari hanno eseguito le manovre rianimatorie che sono state protratte per quasi un’ora. Alla fine, il medico ha dovuto comunicare ai genitori che non c’era più niente da fare.

“Alle scene strazianti – scrive la nuova sardegna.it – hanno assistito anche i carabinieri, intervenuti sul posto su segnalazione degli operatori sanitari. Un atto dovuto in questi casi, come la comunicazione al magistrato di turno della Procura della Repubblica. Gli accertamenti disposti dal magistrato hanno confermato che si è trattato di una morte naturale, provocata quasi con certezza da un rigurgito nel sonno”

 

MD