Usa, genitori uccidono i figli perché “sta arrivando l’Apocalisse”

Omicidio Suicidio Polizia
La scena del crimine (Spencer Platt/Getty Images)

Una coppia di genitori dello Utah credeva che ormai l’Apocalisse fosse imminente. E così ha deciso di uccidere i figli di 11, 12 e 14 anni. Dopo aver dato ai piccoli una dose letale di metadone e difenidramina i due si sono tolti loro stessi la vita ingerendo anch’essi il cocktail mortifero. Si è salvato solo il figlio più grande che al momento dello sterminio si trovava fuori casa insieme alla fidanzata. E’ stato proprio lui, 18 anni, insieme alla nonna materna a scoprire i corpi senza vita dei genitori e dei fratelli.  I cinque erano nella camera da letto degli Strack: Benson, di 14 anni era insieme ai genitori, mentre gli altri due, Emery di 12 e Zion di 11 erano su un paio di materassi al fianco del letto

La tragedia secondo quanto riporta Cnn è avvenuta l’autunno scorso, ma soltanto ora la polizia ha svelato pubblicamente gli esiti delle indagini, anche grazie alle rivelazioni di amici e parenti. E’ stato proprio chi conosceva la famiglia a parlare di questa assurda convinzione che l’Apocalisse stesse per arrivare e della loro volontà più volte espressa di abbandonare tutto. Nessuno a quanto pare aveva capito la gravità della situazione, molti pensavano che la coppia stesse progettando di trasferirsi in un’altra città o in un altro Stato. Qualcuno a quanto raccontano le testimonianze aveva intuito che ci fosse dietro la volontà di farla finita, ma a quanto ci è dato sapere non ha fatto nulla per evitarla, o quantomeno ha sottovalutato la questione.

C’è poi un altro dettaglio che si aggiunge al quadro già assurdo e desolante della vicenda. Infatti è stato ritrovato in casa un biglietto d’addio scritto dal figlio 14enne che lasciava tutti i suoi beni al migliore amico. Dunque il ragazzino era consapevole e probabilmente era stato convinto dai suoi genitori che quella fosse la soluzione giusta per tutti, che intanto l’Apocalisse, e dunque la fine, stavano comunque per arrivare.

F.B.