Meteo: neve e allagamenti, in arrivo Burian

Tevere in piena (ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)
Tevere in piena (ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

Continua l’ondata di maltempo in Italia, anche se in attenuazione da ieri. Il Nord Italia è sotto la neve, mentre il Centro fa i conti con mareggiate allagamenti, devastato il litorale adriatico da Rimini in giù. Critica la situazione in Emilia Romagna, soprattutto tra Reggio Emilia e Parma e nelle zone di montagna per via delle nevicate intense. La Romagna è stata flagellata dalle forti piogge con il litorale di Rimini duramente colpito dalle mareggiate e dagli allagamenti; diverse famiglie sono state sfollate. Evacuate diverse persone anche a Cesena. In molte zone della Regione è venuta a mancare l’energia elettrica, ma la situazione ora sta tornando alla normalità così come la circolazione su ferrovie e autostrade che ieri hanno subito pesanti disagi, soprattutto nello snodo di Bologna. Anche in Lombardia la situazione è critica, con diverse strade bloccate dalla neve e scuole chiuse anche oggi in provincia di Cremona. Nella provincia di Mantova la neve caduta ieri ha lasciato una coltre alta 40-45 centimetri, provocando gli inevitabili disagi. In molte zone non nevica più, mentre in altre alla neve si è sostituita la pioggia, lasciando a terra una fangosa e scivolosa poltiglia.

A Roma, la piena del Tevere ha raggiunto il livello di guardia, con il fiume che è salito fino a 11 metri. La piena comunque starebbe scendendo.

Ieri la Protezione civile ha emesso una nuova allerta meteo per oggi, che riguarda soprattutto l’Abruzzo, dove l’Aquila è stata ricoperta dall’abbondante nevicata notturna mentre il litorale è stato colpito da piogge intense. Oggi si prevedono anche forti raffiche di vento. Rimane criticità ‘rossa’ (massimo livello) in Emilia Romagna per rischio idraulico diffuso sulla pianura di Bologna e Ferrara, per rischio idrogeologico localizzato sulla pianura di Forlì e Ravenna e sui bacini montani dei fiumi romagnoli. La criticità sarà invece ‘arancione’ (secondo livello), per rischio idraulico e idrogeologico, nelle Marche, in Abruzzo e nei bacini meridionali della Basilicata.

Anche nel weekend, dunque, l’Italia continuerà ad essere colpita dal maltempo, con pioggia, neve e vento forte. Si prevede solo un’attenuazione sul Nord Italia per la giornata di oggi. Ma da domani è atteso sull’Italia l’arrivo di Burian, il vento gelido proveniente dalle steppe della Russia.

Intanto la Regione Emilia Romagna chiede lo stato di emergenza, a seguito degli ingenti danni causati dalle cattive condizioni meteo. Lo decisione è stata presa dopo l’incontro convocato dal presidente della Regione Stefano Bonaccini. Questa mattina si segnala nevischio sul tratto dell’autostrada di Bologna.

V.B.