India, bimba di 7 anni rapita ed uccisa ad una festa di matrimonio

Un matrimonio indiano (Chandan Kanna/Getty Images)
Un matrimonio indiano (Chandan Kanna/Getty Images)

In India una bambina di 7 anni è stata rapita, violentata e sgozzata mentre si trovava ad una festa di matrimonio. La piccola, affetta da disturbi visivi, aveva insistito con il padre affinché portasse anche lei alla celebrazione delle nozze di una sua cugina più grande anche se a causa dei suoi problemi di salute non avrebbe potuto godere a pieno della festa. Durante i festeggiamenti al Kumar Resort di Lonavala la piccola si era allontanata per prendere del cibo e non è più tornata. Il padre ha raccontato di non essersi preoccupato in un primo momento dato che erano presenti molti parenti che conoscevano la piccola e che avrebbero potuto tenerla d’occhio. Quando si è fatta sera e la bimba ancora non era tornata è scattato l’allarme.

Le ricerche della bambina sono durate due giorni fino a quando martedì pomeriggio un dipendente del resort, recatosi sul tetto per pulire le vasche collegate a pannelli solari ha visto un tappeto arrotolato all’interno del quale c’era il cadavere seminudo della piccola, con tagli in tutto il corpo di cui uno alla gola.  L’autopsia ha confermato che la bambina ha subito violenza sessuale e che la morte è avvenuta per sgozzamento. La polizia sta controllando il video del matrimonio per capire se ci siano elementi utili alle indagini e se l’allontanamento della piccola sia stato ripreso casualmente dalle telecamere. Nel frattempo il padre della bambina ha criticato gli investigatori e il personale del resort rei, secondo lui, di aver agito con troppa lentezza. Una folla inferocita per l’accaduto composta da persone e militanti politici locali ha preso d’assalto il centro vacanze di proprietà di un ex parlamentare dello Stato di Maharashtra danneggiandolo gravemente.

F.B.