L’Australia boccia le cure omeopatiche

omeopatia
(pixabay)

Gli italiani vogliono sempre conoscere le ultime novità sulle cure omeopatiche, mentre in questo campo anche gli australiani si distinguono per altro. Stando alle ultime dichiarazioni del National Health and Medical Research Council australiano, che già lo scorso anno fece discutere dopo aver detto che l’omeopatia non funziona, le cure omeopatiche sono inutili nella maggior parte dei casi. Una critica anti-omeopatia sparata a caso ma una vera e propria analisi scientifica effettuata su 1800 studi, dei quali solo 225 hanno incontrato i criteri necessari a verificare l’effettivo funzionamento dell’omeopatia come cura alternativa alla medicina tradizionale. Dall’NHMRC hanno specificato che gli studi che mostravano risultati positivi nel trattamento di alcune patologie tramite medicina omeopatica erano veramente pochi e si basavano su criteri fumosi, poco definiti. Anche se alcuni studi riportavano che l’omeopatia fosse efficace, la qualità di quegli stessi studi era molto scarsa a livello qualitativo. Questi studi si basavano su pochi partecipanti, una condotta sommaria e riportavano a conclusioni poco affidabili per testimoniare l’effettiva efficacia dell’omeopatia.

Il professor Warvick Anderson dell’NHMRC ha voluto precisare è bene affidarsi alle cure omeopatiche con moderazione e soltanto per patologie che non siano croniche o possano mettere a rischio il paziente: “Le persone che scelgono l’omeopatia possono mettere a rischio la propria salute se rifiutano o procrastinano trattamenti per i quali c’è un’effettiva sicurezza ed efficacia. Le persone che considerano l’utilizzo dell’omeopatia dovrebbero prima di tutto chiedere consiglio ad uno specialista in materia e nel frattempo continuare ad assumere ogni trattamento prescritto: “Da questa analisi, la principale raccomandazione per gli australiani è che non dovrebbero fare affidamento sull’omeopatia come sostitutivo di terapie sicure e di provata efficacia. Queste dichiarazioni sono il risultato di un esame rigoroso dell’evidenza e hanno utilizzato metodi accertati internazionalmente per verificare la qualità e l’efficacia dell’evidenza, in modo da determinare se una terapia sia effettiva o meno nel trattamento dei problemi di salute”

GR