Lite tra minori, tragedia sfiorata nel napoletano

Carabinieri a Napoli (ROBERTO SALOMONE/AFP/Getty Images)
Carabinieri a Napoli (ROBERTO SALOMONE/AFP/Getty Images)

Tragedia sfiorata ieri sera, davanti a un bar di Quarto, in provincia di Napoli, dove uno studente 14enne, incensurato, al culmine di una lite per futili motivi con ragazzo di qualche anno più grande, lo ha ferito più volte all’addome con un coltello, poi è fuggito, tentando così di far perdere le proprie tracce. Immediate sono scattate le indagini dei carabinieri, che – grazie dalla dettagliata descrizione fornita dalla vittima e da alcuni testimoni – hanno identificato e rintracciato il giovanissimo aggressore nella sua abitazione.

Il 17enne è stato soccorso dal personale del 118, giunto sul posto subito dopo il ferimento, e trasportato all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli. Diverse le ferite da arma da taglio all’addome, medicate dai sanitari e ritenute guaribili in 30 giorni. Nel corso del sopralluogo sul posto dove è avvenuto il ferimento, i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato il coltello utilizzato.

Dopo essere stato rintracciato in casa, il 14enne fermato è stato accompagnato nel centro di prima accoglienza per minori a Napoli sul viale Colli Aminei. Dovrà innanzitutto spiegare il perché del gesto, che avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi.

GM