Indesit-Whirpool: Renzi solidale con gli operai, ma…

Matteo Renzi (JIM WATSON/AFP/Getty Images)
Matteo Renzi (JIM WATSON/AFP/Getty Images)

Il premier Matteo Renzi, a Pompei per il terzo appuntamento di ExpoIdee con i ministri Dario Franceschini e Maurizio Martina, ha anche incontrato una delegazione di lavoratori dello stabilimento Whirlpool di Carinaro in provincia di Caserta, che dopo il piano di riorganizzazione dell’azienda rischiano di restare a casa. I lavoratori hanno chiesto a Renzi un incontro con il governo, manifestando il proprio dissenso per le scelte aziendali.

Già ieri, l’esecutivo aveva espresso la propria contrarietà rispetto alle scelte dell’azienda e oggi, almeno stando a sentire Giovanni Letizia, segretario Cisl di Caserta, presente all’incontro con Renzi, il premier ha ribadito “che il governo aprirà con Whirlpool un tavolo istituzionale a Palazzo Chigi per far sì che le produzioni restino in provincia di Caserta”. Un plauso alle intenzioni del governo era arrivato dalla presidente della Camera, Laura Boldrini, la quale aveva assicurato “che, nell’ambito delle mie prerogative, continuerò a seguire con estrema attenzione questa situazione che investe territori in cui la crisi ha già colpito duramente i livelli occupazionali”.

Durissimo l’affondo di Beppe Grillo sulla vicenda: “Il Jobs Act ha tolto ai lavoratori ogni diritto, le aziende italiane vengono svendute all’estero, la produzione trasferita in Paesi più ‘competitivi’ e le famiglie italiane lasciate con il culo per terra. Il governo e le istituzioni regionali delle Marche e della Campania hanno lasciato che Whirlpool facesse carne da porco degli stabilimenti italiani di Indesit e oggi parlano di tradimento. Sono incompetenti e devono andare a casa”.

Secondo il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, infine, sulla vertenza Indesit-Whirpool “bisogna costruire una soluzione che salvaguardi l’occupazione, soprattutto al Sud”; ha spiegato la leader sindacale: “Abbiamo preso atto della reazione del governo, ma vorrei ricordare che aveva salutato la fusione tra le due aziende  come un grande risultato. Credo si debba costruire una soluzione che salvaguardi l’occupazione, soprattutto al Sud come facemmo per l’Electrolux”.

GM