Nei prossimi giorni il tempo farà i capricci

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:24
Acquazzoni primaverili (Spencer Platt/Getty Images)
Acquazzoni primaverili (Spencer Platt/Getty Images)

“L’alta pressione si indebolisce ed il tempo si farà via via più capriccioso nei prossimi giorni”, lo ha detto il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara, secondo il quale “già venerdì avremo maggiore variabilità con occasione per qualche pioggia o acquazzone su Nordest, aree interne del Centro e sporadicamente anche al Sud. Si tratterà comunque di fenomeni brevi e localizzati, alternati anche a delle belle schiarite; le temperature saranno in lieve calo ma si manterranno ancora su valori miti e gradevoli”.

Nella giornata di sabato, “inizia a peggiorare al Nord, ma con qualche pioggia o rovescio essenzialmente solo su Alpi, Prealpi ed occasionalmente tra Piemonte e Liguria – prosegue l’esperto – altrove transiterà un po’ di nuvolosità sparsa alternata a schiarite, ma il rischio di pioggia sarà molto basso con al più fenomeni brevi ed isolati. Anche in tal frangente le temperature si manterranno su valori miti con massime in genere tra 18°C e 23°C”.

Domenica invece, prosegue Ferrara, “si avvicinerà una perturbazione atlantica più intensa, responsabili di qualche pioggia o temporale in più al Nord dapprima su Alpi e Prealpi, in estensione anche alle pianure entro sera; al Centrosud il tempo reggerà ancora, ma con piogge in arrivo a fine giornata a partire dai versanti tirrenici”. Tempo instabile anche in avvio di settimana prossima.

Rileva infine Ferrara: “In effetti nell’ultimo periodo stiamo assistendo ad una maggiore frequenza di peggioramenti in concomitanza del weekend, così come è successo per le festività pasquali, lo scorso fine settimana ed il prossimo, per un totale di 3 weekend su 4 di aprile affetti dalla pioggia almeno in alcune aree della nostra Penisola. Si tratta in realtà di un caso che può rientrare nella variabilità meteo-climatica, tipica del periodo primaverile, in cui pause anticicloniche di 3-4 giorni possono venire interrotte da fasi più instabili di 1-2 giorni”.

GM