Maltempo: disagi negli aeroporti Ciampino e Fiumicino

Fulmini (JUAN MABROMATA/AFP/Getty Images)
Fulmini (JUAN MABROMATA/AFP/Getty Images)

Il maltempo sta causando forti disagi negli aeroporti italiani, come se già non fosse bastato lo sciopero dei trasporti pubblici.

I disagi maggiori si sono verificati all’aeroporto milanese di Malpensa, dove pioggia intensa, fulmini e vento forte hanno provocato il crollo di parte del controsoffitto dello scalo, quella che si trova davanti alla porta 6 degli arrivi. La situazione eccezionale ha reso necessaria la chiusura temporanea dell’aeroporto, dalle 14 alle 15. Per circa tre quarti d’ora sulle piste non ci sono stati né decolli né atterraggi. L’ondata di maltempo è stata tale che sulla zona, in provincia di Varese, sono caduti in un’ora cento millimetri di pioggia e 1.900 fulmini in un raggio di 20 chilometri. Si è allagata anche la strada statale 336. Fortunatamente dal crollo del controsoffitto non ci sono state conseguenze, poiché il personale dell’aeroporto aveva già isolato e fatto evacuare l’area colpita, dove si erano già verificate infiltrazioni di acqua. Diversi voli sono stati dirottati, alcuni su Linate. Ora lo scalo è tornato alla normalità.

Disagi si sono avuti, anche negli aeroporti romani di Fiumicino e Ciampino a causa di un guasto ad un radar del centro di controllo di Roma Ciampino, che ha provocato il blocco al traffico aereo. Anche qui, i voli sono stati dirottati su altri scali. L’Enav ha comunicato che “al Centro di controllo Enav di Roma Ciampino, per cause tecniche, intorno alle 13.30, c’è stato per dieci minuti un rallentamento nella presentazione dei dati radar. I sistemi di riserva previsti sono immediatamente entrati in funzione. Alcuni voli in arrivo a Fiumicino e Ciampino sono stati fatti atterrare su altri scali”. Poi: “Il traffico in partenza, in entrambi gli scali, è stato rallentato. Il sistema è ora pienamente tornato operativo e il traffico aereo sta progressivamente rientrando nella normalità”. Tutti i voli dello spazio aereo del Centro Italia sono stati deviati su altre rotte. L’ente di assistenza al volo ha precisato che non sussistono problemi per la sicurezza, poiché è stato attivato il sistema radar di emergenza e l’assistenza agli aerei è stata affidata ad altri centri di controllo. Di sicuro c’è che per i passeggeri, con i piani di volo scombinati, si tratta di un grave disagio.

V.B.