Rom sfuggono alla polizia e creano il panico: un morto e nove feriti

Italian policeman speaks with a Rom nomad at a Rom' camp in Ponticelli, a quarter of Naples, south of Italy on May 13, 2008. Early morning a Neapolitan gang burn four of wood houses in the camp to revenge a failed kidnapping of a six-months baby on May 10. AFP PHOTO /FRANCESCO PISCHETOLA (Photo credit should read FRANCESCO PISCHETOLA/AFP/Getty Images)
(Francesco Pischetola/ Getty Images)

Una lancia Lybra grigia, guidata da tre due uomini e una donna di origine rom ha travolto sette persone dopo aver forzato un posto di blocco a Roma. Per sfuggire alla cattura da parte delle forze dell’ordine hanno investito con l’auto, lanciata a folle velocità, tutti i pedoni che si trovavano sulla loro strada seminando il panico nelle vie del quartiere. Una donna di 44 anni è stata falciata e uccisa sul colpo mentre attraversava la strada. Almeno nove feriti, i più gravi sono stati travolti in via di Torrevecchia e in via dei Monti di Primavalle, dove tre persone sono state prese in pieno dall’auto, e all’incrocio con via Battistini. Due persone in sella ai loro motorino sono state scaraventate via dall’auto che sfrecciava a 180 chilometri orari. Dopo un integumento che ha causato il panico nel quartiere i passanti si sono trovati davanti persone a terra, alcune incoscienti, altre sanguinanti.

“Ho sentito le sirene della polizia un boato fortissimo, sembrava una bomba. Mi sono affacciato alla finestra e c’erano delle persone per terra, ferite.  La scena era apocalittica” ha dichiarato all’Ansa Franco Palozzi, che abita in via Mattia Battistini sopra al luogo l’auto ha travolto diversi passanti. “E’ successo vicino alla fermata della metro – dice – Quando siamo usciti in strada c’erano delle donne stese per terra e sangue ovunque; una era finita sotto un’auto, con la testa fracassata. Non si muoveva, era morta. Mi hanno detto che poi la macchina ha investito altri due in motorino più avanti, su via di Boccea”.  “Abbiamo intravisto un’auto andare via –  è la testimonianza di alcuni negozianti di via Battistini – Ci hanno detto che poco più avanti ha travolto almeno altre due persone, forse erano in scooter”.

Sul posto sono accorse numerose ambulanze chiamate dai residenti che hanno trasportato i feriti negli ospedali della zona. I primi in codice rosso al policlinico Gemelli e al San Filippo Neri.  I soccorsi hanno riscontrato nei feriti traumi cranici, fratture  multiple a braccia, gambe e costole rotte.  La lancia Lybra – intestata a un cittadino di origine rom che avrebbe altre 24 auto – è stata  raggiunta dalla polizia. A quel punto i nomadi hanno abbandonato il mezzo e tentato la fuga a piedi  dirigendosi verso un caseggiato popolare in zona Montespaccato. Gli uomini sono riusciti a fuggire mente la donna è stata fermata. Un agente è rimasto contuso.

ADB