Occhi rossi in piscina ma la “colpa” non è del cloro…

Piscina (Pixabay)
Piscina (Pixabay)

Se quando andate in piscina vi si arrossano gli occhi, probabilmente avete sempre dato la colpa al cloro presente nell’acqua. E’ quello che si è sempre pensato, in fondo.Una nuova ricerca che giunge dagli Stati Uniti racconta una verità ben diversa: gli occhi in piscina si irritano per la presenza di urina nell’acqua. Il rapporto che come ogni anno è stato presentato dai Centers for Disease and Control Prevention, in pratica la sanità pubblica, spiega nei dettagli che la reazione chimica provocata dal nitrogeno, presente nell’urina, che si lega al cloro formando la cloramina, molto simile all’ammoniaca. A provocare arrossamento possono anche essere tracce di feci e sudore. La maleducazione di molti può quindi provocare disagi non da poco alla maggior parte degli utenti. Fare la doccia prima di entrare in acqua, in piscina, non è un optional, ma un dovere ben preciso, così come evitare di fare i bisogni in acqua.Inoltre molti sono convinti che le piscine siano dotate di sostanze chimiche che colorano l’acqua ogni volta che qualcuno urina, per individuarlo: non è così. Il portavoce del CDC, Michele Hlavsa, ha spiegato che le sostanze presenti in acqua servono a combattere i germi e che l’urina compromette la loro azione battericida.

MD