Volo Malaysia Airlines: ritrovato un rottame del volo MH370?

Nella foto è indicata la zona del ritrovamento del rottame (Photo by Graphic: Ahmet Burak Ozkan/Anadolu Agency/Getty Images)
Nella foto è indicata la zona del ritrovamento del rottame (Photo by Graphic: Ahmet Burak Ozkan/Anadolu Agency/Getty Images)

Dopo oltre un anno di ricerche che non hanno nessun precedente nella storia dell’aviazione civile, inizia a muoversi qualcosa intorno al Volo MH370 della Malaysia Airlines scomparso nel nulla l’8 marzo del 2014 con 239 persone a bordo. Il Boeing 777 Kuala Lumpur-Pechino, è sparito mentre volava in direzione opposta alla sua rotta iniziale. News importanti arrivano dal Madagascar dove poche ore fa è stato ritrovato un pezzo d’ala che forse apparterrebbe proprio allo sfortunato velivolo. Secondo le autorità australiane il relitto lungo due metri, scoperto su una spiaggia della Rèunion, nell’Oceano Indiano occidentale, potrebbe provenire proprio dal jet nonostante il ritrovamento si sia verificato al di fuori della vasta area di ricerca di 120 mila kmq nell’Oceano Indiano orientale, che da allora impegna massicce operazioni internazionali con aerei, navi specializzate e veicoli sottomarini. Le correnti, secondo il commissario dell’Australian Transport Safety Bureau, Marin Dolan, potrebbero aver trascinato il rottame per migliaia di chilometri.

Nelle indagini sono coinvolti anche funzionari di Boeing.

Un funzionario americano citato dall’Associated Press ha riferito che “I detriti nelle foto, rivenuti nell’Oceano Indiano vicino all’isola La Reunion, appartengono allo stesso tipo di aereo del volo MH 370 della Malaysia Airlines scomparso in marzo. È con un elevato grado di fiducia” che si può dire che i detriti ritrovati nell’Oceano Indiano appartengono a un Boeing 777, lo stesso modello dell’aereo della Malaysia Airlines scomparso. Il detrito rinvenuto è un componente unico dell’ala di un Boeing. Le autorità francesi stanno ora esaminando il pezzo.

MD