Jacob Lewis (websource)

Jacob Lewis (websource)

Una vicenda modello quella del 22enne Jacob Lewis, ammesso nella facoltà di legge dell’Università di Cambridge, la seconda al mondo, col massimo di voti, nonostante da qualche tempo fosse rimasto senza una casa. Il giovane ha studiato dodici ore al giorni in biblioteca, facendosi anche ospitare sul divano dai suoi amici, finché non ha raggiunto l’obiettivo di una vita: entrare a far parte, come studente, di uno degli atenei più prestigiosi al mondo.

Ha raccontato il giovane a ‘The Indipendent’: “È stata una dura battaglia. All’inizio di quest’anno lavoravo 24 ore a settimana per pagarmi gli studi e arrivare a fine mese. Mangiavo a malapena. Ad un certo punto mi trovai senza casa e ho cominciato a passare da un divano all’altro. Una casa stabile con la mia famiglia non era un’opzione percorribile”. Quindi ha aggiunto: “Non ho per ora nessun piano preciso riguardo al mio futuro professionale una volta uscito da Cambridge, ma ho il sincero obiettivo di provare a rendere il mondo un posto migliore grazie ai vantaggi che questa educazione d’eccellenza mi avrà dato”.

Nel suo percorso di studi, Jacob Lewis ha ricevuto l’importantissimo sostegno economico del Coleg y Cymoedd, uno dei maggiori enti di formazione del Galles.

GM