Violentata dai familiari: “Volevamo cacciare il demonio”

Giovane posseduta (MANAN VATSYAYANA/AFP/Getty Images)
Giovane posseduta (MANAN VATSYAYANA/AFP/Getty Images)

Orrore in Argentina, dove fratelli e sorelle di una sedicenne, con la complicità dei genitori, le hanno praticato un “esorcismo”, lasciandola in fin di vita. L’episodio è avvenuto a General Pinedo, nella provincia del Chaco: l’adolescente ha subito ripetutamente abusi dagli uomini di casa, quindi, al culmine del brutale rito, la sorella le ha cavato gli occhi. La notizia è riportata dai quotidiani locali, ma ha avuto una vasta eco anche in Europa, dove è stata rilanciata dal ‘Mirror’.

Ora, Yanina Juarez, questo il nome della ragazzina, lotta tra la vita e la morte in ospedale. La polizia ha arrestato la sorella e il pastore della comunità, che in prima persona avrebbe consigliato di praticare l’esorcismo per cacciare il demone dal corpo della 16enne. Il sedicente religioso ha anche fornito alla sorella il coltello per cavare gli occhi – considerata la fonte del male e di attrazione per il demonio – all’adolescente. Le indagini proseguono e coinvolgono anche altri componenti della famiglia.

Leggi anche

Bimba di 3 anni muore durante un esorcismo

Prato, famiglia posseduta: Procura apre indagine

Morgan invoca l’aiuto di un prete esorcista

GM