Bimbo sgridato per i compiti vola dall’ottavo piano e muore

Bergamo bambino balcone
Il portone del palazzo in cui è successa la tragedia (Web)

Si chiamava Mamadou Fall e aveva 10 anni. Il bimbo, figlio di una coppia di senegalesi che da un anno vive a Zingonia vicino a Bergamo, è morto dopo un volo dal balcone di casa sua all’ottavo piano.

In base alle prime ricostruzioni fatte dagli inquirenti il bambino si trovava ieri sera intorno alle 19 in casa con il papà e la sorellina, mentre la madre era uscita un attimo per fare una commissione. A quanto pare Mamadou, che a scuola era uno dei migliori della sua classe, era stato sgridato dal padre per un errore nei compiti e dopo la lite è uscito sul balcone. Da quel punto in poi la ricostruzione diventa più problematica perché nessuno sa al momento cosa sia veramente successo e come si sia arrivati alla tragedia. Il padre afferma di essersi accorto all’ultimo istante di quello che stava accadendo, di essersi lanciato sul balcone per prenderlo, ma di non aver fatto in tempo a fermare il suo volo. Il bimbo era appoggiato alla ringhiera e ha perso l’equilibrio o si è buttato volontariamente?

I vicini di casa raccontano del botto, il rumore forte che ha fatto uscire tutti dalle loro finestre per vedere cosa fosse successo. In molti avevano pensato che qualcuno avesse lanciato qualcosa dalla finestra. Invece quello che hanno visto era il corpo del piccolo Mamadou steso al suolo. La madre è rientrata pochissimi istanti dopo l’accaduto e quando si è resa conto di cosa fosse successo è stata colta da un malore.

F.B.