La vittima dello schianto di Caserta: il sogno spezzato di Pasqualino

Pasqualino (foto da Facebook)
Pasqualino (foto da Facebook)

Ieri sulla via Appia c’è stato un terribile scontro tra un autobus pieno di studenti e una fiat 500 guidata dall’unica vittima dello schianto. Un intero paese oggi si è svegliato addolorato per la notizia della terribile morte di Pasqualino Emilio Giamei. Il 22enne era alla ricerca di un lavoro 22 anni e nei suoi ultimi giorni di vita un’occasione lavorativa gli si era presentata. Ma quel sogno è sfumato in quel terribile schianto. Giamei, molto conosciuto nella sua cittadina, in realtà frequentava poco i punti di ritrovo del borgo laurentino.

Secondo gli abitanti del posto, il giovane che viveva in un’abitazione ubicata alle spalle del cimitero cittadino (il padre della vittima, infatti, lavora presso la cooperativa che gestisce il camposanto comunale) si era trasferito ultimamente a Gioia Sannitica, in provincia di Caserta, s’incontrava raramente tra le strade di San Lorenzello. Addolorati i familiari, giunti sul posto del drammatico incidente, dopo la chiamata del primo cittadino Antimo Lavorgna che ha constatato la morte del suo concittadino avvenuta sul colpo. “A me è stato dato – dice il sindaco al mattino.it – il terribile compito di avvertire la famiglia, il padre Michele, la mamma Lina e la sorella Giuseppina con i suoi due figli, ora sopraffatti da incredulità e dolore. San Lorenzello ha perso un ragazzo umile, che tentava di trovare una propria strada, nato e vissuto in una famiglia semplice che ha mostrato sempre rispetto verso la mia persona”.

Md